Queste sono solo alcune delle nostre immersioni che facciamo da riva.

Cala incina

Bellissima insenatura situata tra Monopoli e Polignano.

Descrizione: immersione facile e molto sicura che si effettua all'interno della Cala; alla profondità di circa 14 metri nella seconda grotta seguendo un percorso filoguidato si incontra la statuetta della Madonnina di Cala Incina.

 

Grotta delle Corvine

A Monopoli  nei pressi del villaggio Cala Corvino.

Descrizione: immersione molto bella che si effettua con l'ausilio della navigazione strumentale; dalla profondità di circa otto - nove metri si scende lungo la parete sino alla grotta  che si trova ad una profondità di circa 14 metri.

In alcuni periodi dell'anno nella parte bassa della grotta stazionano piccoli branchi di corvine.

Porto Alga

Questa immersione si svolge partendo da una vecchia Cala di pescatori. Seguendo un percorso filoguidato tra pareti e franate ricche di vita si raggiunge una grotta molto suggestiva.

caratteristica di questa cala è la scalinata che permette di raggiungere il mare.

Cala Paura

Era il porto vecchio di Polignano.

Piccola  caletta molto caratteristica, impraticabile d'estate a causa dei bagnanti, riserva nei mesi invernali piacevoli sorprese

Isolotto san Paolo

Conosciuto come "iscoglio dell'eremita", è uno scoglio che si trova a circa trecento metri dalla scogliera a strapiombo di Polignano.

Relitto di Torre Canne

Nave mercantile turca che trasportava materiale ferroso, affondata al largo di Torre Canne nel 1993.

Il relitto che si trova in perfetto assetto di navigazione ed è in perfetto stato di conservazione   è diventato un rifugio ideale per molte specie bentoniche. L'immersione si svolge ad una profondità che varia da 32 a i 38 metri

 

Porto Badisco

Porto Badisco è un piccolo centro abitato da pescatori, molto frequentato nel periodo estivo da un turismo internazionale. Sorge tra "Punta Scuru" a nord e "Capo Palascia" a sud, nei pressi di Otranto. Porto Badisco è una stupenda caletta naturale della costa salentina, che degrada lentamente verso il mare e forma un porticciolo naturale. Secondo la leggenda narrata da Virgilio Porto Badisco è la prima sponda adriatica toccata da Enea nel suo viaggio in Italia, in fuga da Troia.

Descrizione: Ideale punto di immersione anche per le notturne, data la presenza di svariate specie tra cui cavallucci marini, gronghi, tracine ecc. E' possibile effettuare l'eplorazione delle due pareti che degradano con una leggera cigliata da -5 a -25, due grotte con degli anfratti che permettono il passaggio della luce danno vita a giochi di colore meravigliosi.

Inoltre abbiamo due gommoni appositamente attrezzati per le immersioni.